Il Nodo dei Pagamenti SPC

Tutte le Norme di riferimento emanate Le suddette norme trovano una concreta attuazione tramite l’infrastruttura abilitante, denominata Nodo dei Pagamenti-SPC, introdotta dalla legge 148 del 14 settembre 2011. Tale infrastruttura si configura come una componente del Sistema Pubblico di Connettività che regola - a livello nazionale - le modalità organizzative e tecnico-infrastrutturali di funzionamento dei pagamenti verso la Pubblica Amministrazione, senza alterare i rapporti commerciali tra i diversi attori del processo, ma introducendo più semplici modalità di interazione. In questo contesto l’impianto si configura come un sistema di livello nazionale definito anche come “Dominio dei Pagamenti della Pubblica Amministrazione”, dove quest’ultima si presenta al sistema dei pagamenti nazionale in una logica di “Gruppo di acquisto” riversando sull’insieme dei prestatori di servizi di pagamento le proprie richieste di incasso, evitando di fare scelte a priori (in analogia con le diffuse procedure di incasso utilizzate dei grandi gruppi industriali). Dal punto di vista logico il sistema è basato su un unico paradigma: l’Identificativo Univoco di Versamento. Un codice, univocamente determinato da uno specifico algoritmo, che permette ai soggetti utilizzatori del Nodo dei pagamenti, di scambiarsi i dati delle richieste di pagamento (e relative ricevute associate). Con tali dati sarà possibile da una parte di instradare correttamente le procedure di pagamento e, dall’altra, poter effettuare ogni possibile verifica a posteriori.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.Chiudi Approfondisci